ELEONORA ABBAGNATO
IL MITO DI MEDEA

OMAGGIO A MARIA CALLAS


balletto in un atto di Davide Bombana
liberamente tratto dal dramma di Euripide
musiche
L. Cherubini Medea con Maria Callas
A. Prt Fratres version VI, 91; estratti Sinfonia n.4, estratti "Lamentate"
F. Romitelli Index of Metal: Intermezzo II, III, IV; Drowning girl, Cadenza
sound editing Silvio Brambilla
assistente alle coreografie Stefania Di Cosmo 
con
Eleonora Abbagnato Medea 
Federica Maine Creusa 
Audric Bezard Giasone
Benjamin Pech Creonte
Claudio Cocino Messaggero di Morte
corpo di ballo
Elena Bidini, Giorgia Calenda, Virginia Giovanetti, Gloria Malvaso, Flavia Morgante, Flavia Stocchi, Arianna Tiberi
Giovanni Castelli, Giacomo Castellana, Giacomo Luci, Marco Marangio, Giovanni Perugini, Michele Satriano, Alessandro Vinci
produzione Daniele Cipriani Entertainment 



A 40 anni dalla scomparsa di Maria Callas, un omaggio alla sua arte sublime.
Il carisma della voce della "Divina", registrato nella Medea di Luigi Cherubini, di cui ella fu insuperabile protagonista, rivela una presenza sempre viva nell’ascolto, nel magistero, nella memoria che annulla il Tempo. In scena, Eleonora Abbagnato, affiancata dall’étoile dell’Opéra di Parigi Benjamin Pech, dal Primo Ballerino parigino Audric Bezard, oltre che da un cast di sedici ballerini italiani tra cui Federica Maine e Claudio Cocino, primo ballerino del Teatro dell’Opera di Roma, esplora lo scavo compiuto dalla Callas per restituire la figura della maga, spietata omicida dei figli. Ancora oggi, come mostrano le immagini e i video disponibili, per quel personaggio, come per ciascun altro, Callas induce il volto e il corpo al sentire profondo dell’azione, costruisce un proprio lessico, vocale e gestuale, che risolve ragioni e peculiarità della parte in una cognizione senza pari.
Per Davide Bombana è una sfida esaltante: "Il mio allestimento punta ad una oggettiva empatia con la Callas, intimamente legata all’èpos di Medea, tra i suoi ruoli più rappresentativi. I loro destini di donna hanno dei punti in comune: Callas, come Medea, per amore si lascia trascinare fuori del proprio habitat in un mondo a lei sconosciuto; Callas, come Medea, è tradita dall’uomo che ha seguito ciecamente, da lui è abbandonata al proprio destino e alla solitudine. Diversamente da Medea, che perpetra la vendetta su Giasone in modo efferato, uccidendo i figli, Callas non avrà possibilità di rivalsa: darà alla luce un bimbo, morto subito dopo la nascita. La mia coreografia sceglie un confronto specchiato con la voce della Callas, ne sottolinea le peculiarità: è una voce che si nutre, in ogni momento, della stessa potenza e seduzione di cui si alimenta la musica, in una tensione dialettica e drammaturgica che invita naturalmente alla danza, la precede, l’esorta e l’accompagna".



ELEONORA ABBAGNATO
Nata a Palermo, inizia a studiare danza classica all’età di 4 anni con Marisa Benassai. Continua i suoi studi a Montecarlo, Cannes e, a 14 anni, è la prima italiana ad essere ammessa alla prestigiosa scuola dell’Opéra di Parigi, dove grazie ad una passione travolgente e una volontà ferrea, a soli 22 anni diventa Première Danseuse, interpretando le creazioni dei più grandi maestri della coreografia come Roland Petit, Pina Bausch, William Forsythe, John Neumeier, che la prediligono per la sua versatilità e intelligenza interpretativa. Esordisce in televisione a 12 anni in un programma condotto da Pippo Baudo. In seguito appare in diversi spettacoli televisivi, nel 2007 esordisce come attrice protagonista nel film Il 7 e l’8 di Ficarra e Picone e nel 2009 affianca Paolo Bonolis alla conduzione del Festival di Sanremo. Nell’autunno dello stesso anno Vasco Rossi la sceglie come interprete ideale, per evocare le diverse sfaccettature della figura femminile nel suo nuovo video "Ad ogni costo", che diventa in poche settimane un cult. La Casa Editrice Rizzoli presenta a novembre 2009 la sua autobiografia Un angelo sulle punte, in cui Eleonora racconta il suo straordinario percorso costruito con entusiasmo e tenacia che "l’ha portata proprio dove voleva essere". Il libro raggiunge rapidamente la terza edizione. Il 31 dicembre 2009 Eleonora corona un altro sogno: ballare in occasione del concerto di capodanno a Vienna trasmesso in mondovisione con i costumi disegnati appositamente per lei da Valentino. Curiosa ed eclettica è da anni coinvolta anche nel mondo della moda: scoperta da Karl Lagerfeld in veste di fotografo, è legata da un rapporto di amicizia agli stilisti Dolce & Gabbana. Il Presidente Sarkozy  la nomina, nel maggio del 2010 con un decreto, "Chevalier dans l’ordre national du mérite" per ricompensarla del suo impegno al servizio dell’Opéra e della Francia. Il 27 marzo 2013, su proposta di Brigitte Lefèvre Direttrice della Danza, Nicolas Joel Direttore de l’Opéra National de Paris la nomina Danseuse Etoile de l’Opéra de Paris, in occasione dell’ultima replica della Carmen di Roland Petit, proprio una creazione del grande coreografo che l’aveva scelta a 12 anni per essere Aurora bambina ne La bella Addormentata nel bosco. Ad aprile 2015 viene nominata Direttrice del Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma.

DAVIDE BOMBANA | Nato a Milano, ha studiato alla scuola di Ballo del Teatro alla Scala. Nel 1977 ha debuttato nella parte principale nell´Uccello di Fuoco di M.Béjart con la compagnia del Teatro alla Scala dove è promosso solista e in seguito primo ballerino. Danza ruoli principali in balletti di M. Béjart, G. Tetley, R. Nureyev, J. Robbins, G. Balanchine e L. Falco. Vince il "Premio Postano" e il "Premio Bordighera". Partecipa al Concorso internazionale di danza a Jackson Mississippi dove vince la medaglia di bronzo. Partecipa con il Teatro alla Scala alla tournée americana al Metropolitan Opera House dove viene notato dalla critica di New York. Prosegue la sua carriera di primo ballerino presso il Pennsylvania Ballet (Philadelphia), lo Scottish Ballet (Glasgow) e il London Festival Ballet (Londra) dove danza tutti i ruoli del repertorio classico e neoclassico. Torna al Teatro alla Scala come ballerino ospite nei ruoli principali nel Romeo e Giulietta di J.Cranko e in Proust di R.Petit. Dal 1986 al 1991 lavora con il Bayerische Staatsballett come primo ballerino dove interpreta ruoli principali in balletti di J. Neumeier, F. Ashton, J. Cranko, D. Bintley, P. Wright. Dal 1991 al 1998 nello stesso teatro comincia la sua attività di matre de ballet e coreografo dove collabora con coreografi come: J. Kilian, H. Van Manen, A. Preljocaj, P. Martins, T. Tharp. Si dedica quindi alla coreografia e dal 1993 al 1998 a Monaco crea per il Bayerische Staatsballett diversi balletti astratti e narrativi che vincono premi prestigiosi di danza come "Bayerischer Theaterpreis" a Monaco di Baviera e il "Benois de la danse" a Mosca. Nel 1998 è nominato direttore della compagnia fiorentina "Maggio Danza" dove ricrea diversi dei suoi lavori e crea in prima mondiale, per il 62 Maggio Musicale Fiorentino, Teorema tratto dal libro di P. P. Pasolini. Negli ultimi anni Davide Bombana crea o rimette in scena i suoi lavori con diverse e prestigiose compagnie internazionali. Alcuni dei suoi lavori sono stati presentati in tournée a Tapei in Taiwan e a Tokyo in Giappone. Nel 2004 vince il premio "Danza & Danza" come "Coreografo italiano nel mondo" e nel 2012 il suo balletto Medeavince il premio "Danza & Danza" "Miglior Produzione Italiana 2011". Nel Giugno 2014 riceve il 49mo premio internazionale "Premio Le Muse" (musa Tersicore) per la danza a Palazzo Vecchio a Firenze.  Molti dei suoi balletti hanno preso ispirazione da capolavori della letteratura mondiale come: Woyzeck, Teorema, Phentesilea, Lolita, Faust, Carmen e Medea. Alcuni di questi titoli sono stati ripresi in seguito con successo in diversi paesi. Importante anche la sua collaborazione, in veste di coreografo ospite, con prestigiose accademie internazionali. Negli ultimi anni ha creato numerosi balletti commissionati per occasioni e teatri prestigiosi in tutta Europa. La sua nuova, attualissima interpretazione di Romeo e Giulietta di Prokofiev  ha vinto il premio "Danza&Danza" come miglior produzione italiana 2015. Nella primavera 2016 ha creato la sua versione del Carnevale degli Animali per il Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma. Nel processo di realizzazione dei suoi balletti è stato affiancato da illustri artisti e designers.

BENJAMIN PECH | Inizia con la danza jazz all’età di otto anni, proseguendo con la danza classica a Montpellier nel 1985. Viene ammesso alla Scuola dell’Opéra di Parigi nel 1986 e nel 1992 entra a far parte del corpo di ballo del teatro. Promosso "Coryphée" nel  1994 e "Sujet" nel 1997, interpreta tutti i grandi balletti del repertorio classico e contemporaneo e viene promosso "Premier Danseur" nel 1999, aggiungendo al suo repertorio i seguenti balletti: In the Middle Somewhat Elevated (William Forsythe), La Nona Sinfonia, Le Concours e L’Uccello di Fuoco (Maurice Béjart), Clavigo, Frollo ne Il Gobbo di Notre-Dame e Frederi ne L’Arlésienne (Roland Petit), Appartement (Mats Ek creazione 2000), In the Night (Jerome Robbins), Stepping Stones e Bella Figura (Jiř Kylin), La Silfide, La Bayadère, Il Lago dei Cigni, Romeo e Giulietta (Rudolf Nureyev), Coppélia (Patrice Bart), Shéhérazade (Blanca Li), Il Figliol Prodigo, Jewels, Symphonie en ut, Liebeslieder Waltzer, Concerto Barocco (George Balanchine), Un Trait d’union (Angelin Preljocaj), Giselle, Les Noces (Bronislava Nijinska). Nel settembre 2005, al termine della rappresentazione in cui interpreta Albrecht in Giselle e Frederic ne L’Arlésienne (Roland Petit) al Grand Theatre di Shanghai, Benjamin Pech viene nominato "Étoile". In seguito, ha aggiunto al suo repertorio: La Petite Danseuse de Degas, Coppélius in Coppélia  (Patrice Bart), Agon e Sonatine (George Balanchine), Petrushka (Michel Fokine), Wounwork 1 (William Forsythe), Nuages (Jiř Kylin), Paquita (Pierre Lacotte), La dama delle camelie (John Neumeier), Cenerentola, Rothbart ne Il lago dei cigni (Rudolf Nureyev), Proust ou les intermittences du cur,  Le Loup e Le Rendez-vous (Roland Petit), Psychée (Alexei Ratmansky), Dances at a Gathering (Jerome Robbins), L’Après-midi d’un Faune (Vaslav Nijinsky). Finalista al Concorso internazionale di danza di Parigi nel 1994, Benjamin Pech vince il Grand Prix, la Medaglia d’oro nonché il Premio della critica e quella della Fondazione Diaghilev della prima edizione del Concorso internazionale Maya Plissetskaya a San Pietroburgo.  Ha ricevuto il Prix du Cercle Carpeaux nel 1996 e il Premio del pubblico AROP (Association pour le Rayonnement de l’Opéra de Paris) nel 1998. Benjamin Pech è stato insignito Chevalier des Arts et Lettres e con Ordre national du Mérite. 

AUDRIC BEZARD | Nasce nel 1982 e inizia i suoi studi di danza all´età di sei anni. Nel 1994, entra nella Scuola di Danza del Teatro dell´Opera di Parigi. Nel 2000 diviene membro del Corpo di Ballo dell´Opéra di Parigi e partecipa a tutte le principali produzioni della compagnia sia in Francia che in tournée all´estero. Promosso "Coryphée" nel 2005 e "Sujet" nel 2006, ha ricoperto ruoli in Appartement La Casa di Bernarda Alba (Mats Ek), Suite en blanc (Lifar), Don Chisciotte e La Bayadère (Nureyev), Proust ou les intermittenze du coeur (Petit), Paquita (Pierre Lacotte), Le Sacre du printemps (Béjart) e Onegin (Cranko). Inoltre ha preso parte nel cast delle anteprime mondiali Genus(McGregor 2007), Triade (Millepied 2008), L´Anatomie de la sensation (McGregor 2011) e Sous Apparence (Gillot 2012). Dopo la sua promozione a "Premier danseur" nel 2012, aggiunge al suo repertorio i ruoli in Pas/Parts In the Middle Somewhat Elevated (Forsythe), Escamillo in Carmen (Petit), Terza Sinfonia di Gustav Mahler (Neumeier), Les Enfants du Paradis (Martinez), The Sleeping Beauty e Il Lago dei Cigni (Nureyev), così come il ruolo principale in L´uccello di Fuoco (Bejart). Riceve nel 2008 il Prix de Danse del Cercle Carpeaux.


Teatro Romano
01 LUGLIO 21:30
...................................................
02 LUGLIO 21:30
...................................................
BIGLIETTI
settore gold €60,00
posto unico centrale €55,00
posto unico laterale €48,00


SFOGLIA
IL PROGRAMMA
Tutti gli spettacoli e gli eventi di Spoleto60
SCARICA
IL PROGRAMMA
Tutti gli spettacoli e gli eventi di Spoleto60 da scaricare
ACQUISTA ORA
I BIGLIETTI
Biglietteria Online
Per info e prenotazioni visita la pagina
BIGLIETTERIA