UN QUADERNO PER L’INVERNO



di Armando Pirozzi
uno spettacolo di Massimiliano Civica
con Alberto Astorri e Luca Zacchini
costumi Daniela Salernitano
scene Luca Baldini
luci Roberto Innocenti
produzione Teatro Metastasio di Prato
con il sostegno di Armunia Centro di Residenze Artistiche Castiglioncello



Un quaderno per l’inverno, testo per due attori in tre scene, racconta la storia di un introverso professore di letteratura che, rientrando in casa, vi trova un ladro, armato di coltello, che vuole da lui qualcosa di molto insolito: è una questione di vita o di morte. Durante la notte che segue i due personaggi, in bilico tra speranza e disperazione, si confrontano su idee, sentimenti, interrogativi dolorosi, in un dialogo per entrambi nuovo e inaspettato. I due si ritroveranno anni dopo, ancora in qualche modo segnati dall’esperienza di quella notte che, seppure vissuta e ricordata in modi molto diversi, ha tracciato forse la possibilità di un cambiamento, di una più ampia comprensione. Il tema centrale del testo è la scrittura e la sua possibilità di incidere direttamente sulla realtà: la forza miracolosa della poesia, non come semplice esercizio di tecnica letteraria, ma per la dirompente carica vitale che suscita, nonostante tutto, nelle persone. 
Armando Pirozzi

Nel Teatro all’Antica Italiana, di uno spettacolo che era stato un successo si diceva che aveva "incontrato" il pubblico. La parola "incontro" stava dunque per "successo". 
È stato un incontro, è stato un bell’incontro: è tutto quello che si può e si deve pretendere dal Teatro. Con Un quaderno per l’inverno non vogliamo dire qualcosa agli spettatori, ma condividere qualcosa con loro. Qualcosa che sentiamo che ci riguarda, come persone ed esseri umani. 
Alla fine delle repliche saremo sereni se, in piena onestà, potremo dire: è stato un incontro. 
Massimiliano Civica


MASSIMILIANO CIVICA | Reatino, classe 1974, dopo una Laurea in Storia del Teatro alla Facoltà di Lettera dell´Università La Sapienza, si diploma in Regia presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico. Nel 2007 vince il Premio Lo Straniero (assegnato dall’omonima rivista diretta da Goffredo Fofi) e il Premio Hystrio-Associazione Nazionale Critici Teatrali per l’insieme della sua attività teatrale. Sempre nel 2007, diventa Direttore Artistico del Teatro della Tosse di Genova, dando vita al progetto triennale Facciamo Insieme Teatro, che vince il Premio ETI Nuove Creatività. Nel 2008 per lo spettacolo Il mercante di Venezia, prodotto dalla Fondazione Teatro Due di Parma, vince il Premio UBU per la miglior regia. Nel 2009 gli viene assegnato il Premio Vittorio Mezzogiorno. Nel 2010 dirige Un sogno nella notte dell´estate di Shakespeare, prodotto dal Teatro Stabile dell´Umbria e dal Romaeuropa Festival. Nel 2012 dirige Soprattutto l’anguria di Armando Pirozzi, in corealizzazione col Teatro di Roma e in collaborazione con il Romaeuropa Festival. Nel 2015 per lo spettacolo Alcesti di Euripide, prodotto da AttoDue e dalla Fondazione Pontedera Teatro, vince il Premio UBU per la miglior regia. Come studioso ha collaborato con la cattedra di Metodologia della Critica dello Spettacolo dell’Università La Sapienza di Roma, e, nel biennio 2007-2009, ha tenuto la cattedra di Regia presso l’Accademia di Belle Arti di Genova. Dal 2013 tiene il corso di alta specializzazione in recitazione presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’amico di Roma, di cui, dal 2015, è membro del Consiglio d’Indirizzo.

ALBERTO ASTORRI | Laureatosi in Filosofia presso l’Università di Milano e diplomatosi come attore all’Accademia Filodrammatici di Milano, ha avuto tra i suoi maestri Leo De Berardinis con il quale ha collaborato per due anni e che lo ha portato verso il teatro dell´attore autore. Nel 2000 incontra Paola Tintinelli con la quale fonda la compagnia ASTORRITINTINELLI, un duo artistico che vive e lavora tutt´oggi a Milano e che ha autoprodotto fuori dai circuiti ufficiali numerosi spettacoli, fra i quali si ricordano La ballata di Woizzecco, Senza Volto, Mac e Beth, La Rosa di Nessuno, Acquario Lunare, Tutto il mio folle amore, Titanic, Amurdur, I giorni fragili di Adamo ed Eva. Nel 2016 incontra Massimiliano Civica con il quale ha inizio un rapporto umano e artistico che ha portato alla realizzazione di Un quaderno per l´inverno

LUCA ZACCHINI | Nasce nel Casentino nel 1981. Frequenta il DAMS di Bologna e nel 2006 fonda "gli Omini", gruppo col quale continua a girare e perlustrare l’Italia applicando un originale metodo di ricerca "Memoria del tempo presente", basato su indagini anarco-antropologiche con finalità teatrali. Nel 2015 "gli Omini" si aggiudicano il Premio Rete Critica come miglior compagnia teatrale dell’anno. Dal 2010 affianca a questo percorso la collaborazione col regista Massimiliano Civica, col quale mette in scena, come attore, tre spettacoli, Un sogno nella notte dell’estate nel 2010, Soprattutto l’anguria nel 2013 e questo Quaderno per l’inverno.

DANIELA SALERNITANO | Costumista e stilista, è nata nel 1970 a Napoli, dove vive e lavora. È diplomata all’Istituto d’Arte in moda e costume e all’Accademia di Belle Arti in pittura. Nel 1998, insieme a S. Longobardi ed E. Valenti, fonda la compagnia Babbaluck. Collabora in teatro come costumista con D. Iodice, S. Longobardi, A. Cirillo, M. Martone, M. Nappo, M. Lanzetta, A. Calone, A. Zeldin, E. Valenti, M. Civica. Firma i costumi del film di A. Ferrara Napoli Napoli Napoli, e del film Song ‘e Napule dei Manetti Bros., ricevendo la nomination ai "Nastri d’argento", e del film-documentario Bella e dannata di P. Marcello. Nel 2011 e nel 2013 insegna "laboratorio di fashion design" all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Come stilista porta avanti dal 2000 un progetto indipendente di "antimoda" denominato CAPI UNICI.

LUCA BALDINI | Laureato in architettura a Firenze. Nel 2004 è cofondatore dello studio q-bic. Dal 2016 è docente di interior design allo IED (Istituto Europeo di Design) di Firenze. Inizialmente lo studio q-bic si dedica principalmente all´architettura dell´abitare e sull´interior-design, sia con opere di nuovo impianto, come il complesso residenziale Le Vedute ad Orciano Pisano (PI), che di ristrutturazione e recupero di edifici esistenti. Successivamente allarga il proprio orizzonte alla progettazione di ambienti commerciali, di architetture temporanee e allestimenti di spazi pubblici fino a quelli di eventi legati al mondo della moda e scenografie teatrali. Il fulcro dell´idea di architettura che propone q-bic sta nell´integrazione della tecnica, dei materiali e delle suggestioni della tradizione con le forme, il linguaggio, la tecnologia della cultura architettonica contemporanea. Il lavoro dello studio ha colto l´attenzione di riviste del settore (come AD, Elle Decor, Marie Claire Maison, Elixir, Quin) che ne hanno pubblicato alcuni progetti di recente realizzazione. La ricerca sulla forma e sui materiali ha portato q-bic ad approdare al design, dove ha continuato a lavorare sull´intersezione tra tradizione e contemporaneità applicata alla produzione di oggetti di uso domestico. Possiamo elencare tra i progetti di allestimento di spazi commerciali più recenti: Ditta Artigianale, Caffetteria-Cocktail bar, via dei Neri 32r, Firenze; La Menagere, Concept restaurant, via de’ Ginori 8r, Firenze; Ditta Artigianale Oltrarno, Caffetteria-Cocktail bar, via dello Sprone 5r, Firenze; Braciere Malatesta, Trattoria, via Nazionale 36, Firenze; Il Mercato Centrale Roma, Street food market, c/o stazione Termini, via Giolitti 36, Roma. 

ROBERTO INNOCENTI | Nasce a Prato, inizia la sua attività nel 1972 come tecnico teatrale con il Gruppo della Rocca. Nel 1976 rientra a Prato e partecipa al laboratorio teatrale diretto da Luca Ronconi partecipando in spettacoli quali Calderon di Pasolini, La Torre di Hofmannsthal, Le Baccanti di Euripide. Al Metastasio di Prato si specializza nella progettazione delle luci. Nel 1989 inizia la sua attività come light designer firmando le luci per circa cento spettacoli sia prodotti dal Teatro Metastasio che da teatri europei in Italia, Croazia, Serbia, Russia, Austria, Francia e collaborando con numerosi registi e coreografi quali Carlo Lizzani, Pier’Alli, Massimo Castri, Federico Tiezzi, Paolo Magelli, Virgilio Sieni, Stefano Massini, Luigi Lo Cascio, Jose Sinisterra, Victor Kramer, Marcello Bartoli, Stefania Felicioli, Massimo Luconi, Marco Baliani, Giancarlo Cauteruccio, Remondi e Caporossi, Monica Conti,  Eimuntas Nekrosius, Peter Stein, Serena Sinigallia, Valerio Binasco, Oscar de Summa. Dal 2011 assume inoltre anche la direzione tecnica e degli allestimenti della Fondazione Teatro Metastasio.

ARMANDO PIROZZI | È nato a Napoli nel 1973. Ha scritto e diretto Cronache da un tempo isterico (premio speciale di produzione a "Nuove Sensibilità 2008") andato in scena al Festival Teatro a Corte di Torino, estate 2009. Con La prima della sera, sempre da lui scritto e diretto, ha inaugurato il Fringe del Napoli Teatro Festival 2009. Al festival Armunia - Inequilibrio di Castiglioncello nel luglio del 2011 ha debuttato il suo testo Attraverso il furore su Meister Eckhart, scritto per la regia di Massimiliano Civica. Nell’ottobre 2012 Soprattutto l’anguria, testo finalista al Premio Riccione 2009, viene messo in scena da Massimiliano Civica per il Romaeuropa festival (Soprattutto l’anguria sarà nella terzina finale al premio UBU 2013 come migliore novità italiana o ricerca drammaturgica). Nel 2013 il testo Hard Times è finalista al Premio Riccione. Del 2015 è Altamente volatile, scritto per il saggio del terzo anno dell’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, con la regia di Massimiliano Civica. Nel 2016 scrive con Emanuele Valenti Il cielo in una stanza, messo in scena da Emanuele Valenti con la compagnia Punta Corsara al Napoli Teatro Festival. Nel marzo 2017 il nuovo testo Un Quaderno per l’inverno debutta al Fabbricone di Prato con la regia di Massimiliano Civica. 


Sala Frau
07 LUGLIO 17:00
...................................................
08 LUGLIO 20:00
...................................................
09 LUGLIO 20:00
...................................................
BIGLIETTI
posto unico €20,00
SFOGLIA
IL PROGRAMMA
Tutti gli spettacoli e gli eventi di Spoleto60
SCARICA
IL PROGRAMMA
Tutti gli spettacoli e gli eventi di Spoleto60 da scaricare
ACQUISTA ORA
I BIGLIETTI
Biglietteria Online
Per info e prenotazioni visita la pagina
BIGLIETTERIA