Chi siamo

La Fondazione | Giorgio Ferrara | Umberto De Augustinis | Manifesti d’autore | Il mondo in scena | Contatti

LA FONDAZIONE
Fondazione Festival Dei Due Mondi Spoleto O.N.L.U.S.

Scarica lo Statuto in formato pdf

ORGANI ISTITUZIONALI

Presidente
Umberto De Augustinis - Sindaco di Spoleto

Vicepresidente 
Dario Pompili

Direttore Artistico
Giorgio Ferrara
 
Consiglio di Amministrazione
Umberto De Augustinis Presidente
Maria Teresa Venturini Fendi su nomina del Ministro per i Beni e le Attività Culturali
Corrado Augias su nomina del Presidente della Regione Umbria
Stefano Lado per Banca Popolare di Spoleto – Gruppo Banco Desio
Dario Pompili per Fondazione Ca.Ri.Spo.

Vincenzo Cardellicchio Consigliere per la sicurezza

Collegio dei Revisori
Vincenzo Donnamaria Presidente
Vanna Bertazzoni Componente effettivo
Daniela D’Agata Componente effettivo
Pierluigi Castellani Componente supplente 
Marisa Formisano Componente supplente

Organismo di vigilanza Modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del d.lgs. 231/01
Giorgio Beni
Assemblea dei soci
Comune di Spoleto
Regione dell’Umbria
Associazione Amici di Spoleto
Fondazione Francesca, Valentina e Luigi Antonini
Pro-Spoleto "A. Busetti"
Banca Popolare di Spoleto SpA
Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto
Associazione Intercomunale di Spoleto
Associazione Commercianti di Spoleto
Associazione Albergatori di Spoleto
Comunità Montana dei Monti Martani e del Serano di Spoleto
Spoleto Credito e Servizi S.C.
Umbria TPL e Mobilità S.p.A. Ex Società Spoletina Impresa Trasporti S.p.A.

Direttore amministrativo
Maria Teresa Bettarini

Segreteria della presidenza
Paula Caprelli

Amministrazione e affari generali
Annalisa Lolli, Marco Orazi, Lorenzo Trisciani

Area tecnica e servizi organizzativi
Daniele Di Battista, Francesca Leoncilli, Ottorino Neri, Monica Trevisani

Area Promocommerciale
Leonardo Panella, Davide Placidi
 

GIORGIO FERRARA

Nato a Roma. Ha seguito il corso di laurea in Lettere e Filosofia dell’Università La Sapienza e il corso di recitazione dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica "Silvio d’Amico". 

È stato aiuto-regista di Luca Ronconi e di Luchino Visconti, con i quali ha intensamente collaborato. Per la RAI ha diretto il film L’uomo che ho ucciso dal romanzo 1912+1 di Leonardo Sciascia, sceneggiatura di Domenico Rafele, Pierre Dumayet e la serie Avvocati di Giancarlo de Cataldo. Per il cinema ha diretto: Un cuore semplice, sceneggiatura di Cesare Zavattini dal racconto di Gustave Flaubert, premiato con il David di Donatello, il Premio Rizzoli, il Premio Saint Vincent e il Nastro d’argento; Caccia alla Vedova, sceneggiatura di Enrico Medioli dalla Vedova scaltra di Goldoni; Tosca e altre due dalla omonima commedia di Franca Valeri, sceneggiatura di Enrico Medioli. 

Per il teatro ha messo in scena spettacoli di autori classici e contemporanei come Pirandello, Strindberg, Goldoni, Carlo Bernari, Francesca Sanvitale, Enzo Siciliano, Franca Valeri, Cesare Musatti, Natalia Ginzburg e Corrado Augias. Per il Teatro dell’Opera di Roma ha messo in scena Madama Butterfly di Giacomo Puccini. Per il Festival dei Due Mondi di Spoleto ha messo in scena: Gogo no eiko di Hanz Werner Henze; Amelia al ballo di Gian Carlo Menotti; Il giro di vite di Benjanim Britten; The Piano Upstairs di John Weidman; Così fan tutte, Le nozze di Figaro e Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart. Come attore ha partecipato a: Misura per misura Riccardo III di Shakespeare, regia di Luca Ronconi; Nina di André Roussin, regia di Bernard Murat; Alcool scritto e diretto da Adriana Asti; La Maria Brasca di Testori, regia di Andrée Ruth Shammah; L’inserzione di Natalia Ginzburg, regia di Giorgio Ferrara; Le sedie di Jonesco, regia di Tullio Pericoli; Danza macabradi August Strindberg, regia di Luca Ronconi. 

È stato Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Parigi e Presidente del Forum des Instituts Culturels Etrangers à Paris. Dal 2008 al 2012 è stato Presidente e Direttore Artistico della Fondazione Festival dei Due Mondi di Spoleto, di cui ricopre oggi il ruolo di Direttore Artistico.

UMBERTO DE AUGUSTINIS
Presidente

Nato a Napoli il 28 agosto 1951
Laureato in giurisprudenza presso l´Università di Bari il 7 luglio 1973 con lode, ove resta per tre anni dopo la laurea presso l’Istituto di diritto privato come cultore della materia (diritto commerciale);
Dall’ottobre 1976 magistrato (il più giovane d’Italia); poi nominato Pretore di Mazara del Vallo (Trapani); cofondatore del Centro studi del diritto della navigazione per il Canale di Sicilia. Si occupa dei fatti connessi al sequestro dei pescherecci nel Canale di Sicilia da parte tunisina e libica, sofisticazioni alimentari, in particolare nel settore del vino, di abusivismo edilizio nella zona del trapanese; di infiltrazioni mafiose nel settore economico;
1979/1982: membro del Centro studi di diritto del lavoro di Palermo;
Dal marzo 1981: Sostituto procuratore Procura della Repubblica presso il Tribunale di Spoleto; relazioni ed interventi a convegni in materie giuridiche di livello nazionale. In applicazione, sostituto procuratore generale presso la Corte d’appello di Perugia, di Procuratore della Repubblica presso il Tribunale dei minorenni di Perugia, reggente della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Orvieto; pubblico ministero, tra l’altro, nei procedimenti penali per gli illeciti concernenti la Banca popolare di Spoleto, le frodi comunitarie in materia olearia, appalti ANAS etc.;
1982/1986: componente del Comitato direttivo centrale dell’Associazione
nazionale magistrati e, poi, della Giunta esecutiva centrale;
Dal 1982: componente dell’Associazione giuristi Italia/U.S.A;
1983/1985: incarico per tre anni dal Ministero dell’agricoltura per corsi di aggiornamento ad ispettori e funzionari dell’Istituto repressione frodi;
1986/2014: prima componente e, poi, vice-presidente del Centro di psicologia giuridica di Torino;
1989: giudice del Tribunale di Spoleto con funzioni di giudice (giudice per le indagini preliminari, presidente del collegio penale, presidente della sezione agraria, presidente della Commissione per il gratuito patrocinio, componente della Commissione d’esami per l’accesso alla professione forense; gudice togato della Corte d’assise d’appello di Perugia (processo per il sequestro Demegni) ed alla Corte d’appello, come consigliere, componente elettivo del Consiglio giudiziario dell’Umbria;), coordinatore unico del centro studi “Proposta giustizia”;
1991: delegato ai corsi di formazione dei giudici di pace per l´Umbria; attività di collaborazione e coordinamento delle iniziative per consentirne il funzionamento sul territorio della Regione;
1992/94: componente della Commissione ministeriale per la riforma delle
circoscrizioni giudiziarie (presidente: Giuseppe De Rita);
1993/95: membro della Commissione per il concorso a uditore giudiziario
1993: eletto Presidente della Sezione umbra dell’Associazione nazionale magistrati;
1994/ad oggi: Componente del comitato scientifico della rivista giuridica “Gli stranieri”;
1995/2000: nominato Ispettore generale presso il Ministero di grazia e giustizia; dal 1996 destinato al coordinamento interno dell’Ufficio;
1996: eletto componente del Consiglio di amministrazione del Centro
studi internazionale per magistrati “Luigi Severini” di Perugia;
1996/1999: componente dei seguenti gruppi di lavoro al Ministero della giustizia: a) per la gestione dei beni sequestrati affidati in custodia a terzi; b) per la predisposizione del regolamento di attuazione della legge 241/90; c) per la formulazione di criteri obiettivi di valutazione della diligenza e laboriosità dei magistrati; d) per la predisposizione degli strumenti di controllo interno al Ministero della giustizia; d)per l´informatizzazione del processo penale;
Marzo 1997: Presidenza del Consiglio dei Ministri; per 3 anni esperto part-
time presso il Dipartimento affari giuridici e legislativi della Presidenza del Consiglio dei Ministri 1). Nella qualità prima è stato destinato a seguire le iniziative nei settori giustizia e lavoro; poi nei settori interno, difesa, giustizia ed, in parte, esteri. a l’attività concernente la riforma dei lavori socialmente utili, lo sciopero nei servizi pubblici essenziali, la riforma della disciplina in materia stranieri, la predisposizione di parte dei provvedimenti relativi alla partecipazione dell’Italia ad iniziative di pace all’estero; il riassetto delle carriere del personale militare, della polizia di Stato e della polizia penitenziaria, la riforma della professione forense, interventi di depenalizzazione, l’istituzione dei tribunali metropolitani, la riforma dello stato civile, la riforma della carriera prefettizia, il riassetto dei vertici delle Forze armate, il disegno di legge di sospensione dell’obbligo della leva, la riforma del t.u. in materia di immigrazione, la riforma del diritto societario in riferimento ai profili processualistici, gli interventi in materia di lotta alla prostituzione, alla pedofilia ed alla criminalità internazionale, gli interventi legislativi in materia di lotta al terrorismo, il riassetto del rapporto di impiego del personale del Consiglio superiore della magistratura, il complesso di interventi in materia di contrasto all’usura, gli interventi di riforma in materia di giurisdizione del giudice di pace, i regolamenti di organizzazione e degli uffici di diretta collaborazione del Ministero della giustizia. Ha altresì curata la partecipazione al Comitato alti funzionari presso il Ministero degli affari esteri per l’adozione di iniziative concernenti la violazione dell’embargo nei confronti di Paesi dell’ex Jugoslavia.
1999: componente permanente della delegazione italiana per i lavori della Conferenza ad hoc per l’elaborazione di una Convenzione contro il crimine trans-nazionale e protocolli annessi presso la sede ONU di Vienna (poi firmata a Palermo);
2000: pubblicato il volume “la depenalizzazione dei reati minori e la riforma del sistema sanzionatorio”;
26 gen. 2000: Nominato componente della Commissione di inchiesta governativa riguardante possibili illeciti commessi da membri della Protezione civile italiana a Valona (Albania);
dicembre 2000: componente della delegazione italiana alla Conferenza ONU di Palermo per la firma della Convenzione contro il crimine organizzato transnazionale ed i protocolli annessi;
26 agosto 2001: destinato alla Procura generale presso la Corte di
Cassazione.
maggio 2002: nominato coordinatore del gruppo di lavoro presso il Ministero della giustizia per la ratifica della Convenzione di Palermo contro il crimine transnazionale;
settembre 2002: componente della Commissione ministeriale per l’adeguamento della legislazione per il funzionamento della Corte penale internazionale (Presidente B. Conforti);
dicembre 2002: coautore del volume “la riforma del diritto dell’immigrazione” (Giuffrè);
febbraio 2003: coautore del volume “il nuovo diritto dell’immigrazione” (Ipsoa);
marzo/settembre 2003: ha curato per il DAGL, tra l’altro, il coordinamento delle iniziative legislative di lotta alla pedofilia; di recepimento della decisione quadro in materia di mandato di arresto europeo e dell’istituzione di Eurojust; dei regolamenti attuativi della riforma del diritto dell’immigrazione; di riforma dell’ordinamento giudiziario, compresa l’emanazione dei decreti legislativi attuativi).
Dal febbraio 2004: Vice capo del Dipartimento Affari giuridici e legislativi presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, confermato, in posizione di fuori ruolo, dal giugno 2005. Ha ricevuto delega piena per il coordinamento del contenzioso della Presidenza del Consiglio in materia amministrativa, penale e civile, oltre che transnazionale.
Dal settembre 2004 al dicembre 2005: Presidente del Comitato scientifico per le iniziative di cooperazione in materia giudiziaria con l’Albania.
Dal 2008 al 28 luglio 2011: coordinatore della struttura tecnico-giuridica del Sottosegretario alla Presidenza del Coniglio, Gianni Letta;
Dal 2006: coordinatore del gruppo di lavoro incaricato di redigere la relazione annuale concernente l’esecuzione delle decisioni della Corte europea dei diritti umani ai sensi della legge n. 12 del 2006;
Dal 29 luglio 2011: vice segretario generale della Presidenza del Consiglio
dei Ministri col Governo Berlusconi, confermato dal Governo Monti e, poi, Letta., delegato al contenzioso nazionale civile, penale ed amministrativo e transnazionale della Presidenza del Consiglio, compresi i conflitti di attribuzione, le questioni di legittimità costituzionale etc. con competenza per un numero annuale di affari (in aumento costante) pari a circa 23.000 l’anno. Dal 2023 (Governo Letta) la delega ha compreso anche parte del controllo interno della Presidenza del Consiglio.
giugno 2008/2010: gruppo di lavoro per predisporre i provvedimenti preparatori di EXPO 2015;
novembre 2011: incaricato di seguire i problemi connessi alla gestione rifiuti della Campania ed il relativo contenzioso, nonché le vicende connesse alle crisi Alitalia, Tirrenia, e la crisi inerente la costruzione degli impianti MUOS Niscemi ed altro;
18/20 aprile 2012: delegato italiano alla Conferenza internazionale di Brighton per la riforma della Corte europea dei diritti umani;
settembre 2013: conclusione del contenzioso civile riguardante l’incidente
ferroviario di Viareggio e la relativa strage;
novembre 2013: relatore alla Scuola della Magistratura di Firenze sul tema
dell’esecuzione delle sentenze della CEDU;
Dal gennaio 2014: componente del Centro studi americani;
Dal 2015: delegato al servizio disciplinare della Procura generale della Corte di cassazione;
Dal 2017 responsabile relazioni istituzionali della Procura generale presso la Corte di Cassazione;
Pubblicazioni: oltre vari articoli, “la depenalizzazione dei reati minori e la riforma del sistema sanzionatorio” coautore della “la riforma del diritto dell’immigrazione” (Giuffrè) e “il nuovo diritto dell’immigrazione” (Ipsoa).

MANIFESTI D’AUTORE

IL MONDO IN SCENA

Ogni anno la magnifica città d’arte di Spoleto apre il suo sipario e con il suo Festival accoglie il mondo. La sua bellezza monumentale è intatta come la sua storica vocazione all’arte. Le quinte si schiudono ancor prima di accedere alle sue strade, con lo scenario maestoso della Rocca Albornoziana e la magnifica sequenza di arcate del Ponte delle Torri. In poche centinaia di metri convivono un Teatro Romano del primo secolo avanti Cristo, il seicentesco teatro Caio Melisso Spazio, il trecentesco complesso del San Nicolò, l’ottocentesco Teatro Nuovo, in una raffinata armonia cittadina che include chiese longobarde e gotiche, chiostri medievali, auditorium e preziosi palazzi nobiliari e, non ultima, la grande piazza palcoscenico del Duomo, con la Basilica eretta nel dodicesimo secolo.

In questa incomparabile dimensione nacque nel 1958 il Festival dei Due Mondi, grazie al compositore Gian Carlo Menotti che la scelse quale luogo ideale per fondare una manifestazione che celebrasse l’arte in tutte le sue forme. Andarono in scena memorabili spettacoli e il Festival divenne ben presto l’appuntamento per eccellenza con il fermento culturale al di qua e al di là dell’oceano. Giunsero a Spoleto i più grandi protagonisti del cinema e della scena teatrale, celebri danzatori e coreografi, poeti, drammaturghi, scrittori.

Alla sua 61a edizione, il Festival dei Due Mondi conferma l’intuizione originale che lo rese inimitabile luogo di incontro tra culture e mostra, nel suo successo di oggi, l’appeal e il prestigio di un grande e rinnovato appuntamento di risonanza internazionale. Sotto la guida di Giorgio Ferrara, direttore del Festival dal 2008, Spoleto è tornata ad essere il luogo affascinante nel quale ogni estate, da ogni parte del mondo, si danno appuntamento le grandi arti della scena: Opera, Musica, Danza, Teatro. Un incontro che riprende il filo del dialogo tra storie, discipline e sguardi diversi, in una appassionata ricerca dell’eccellenza, tra le Arti, nel panorama contemporaneo. Tra glamour e provocazione, tra prime teatrali storiche e graffianti interpretazioni d’avanguardia, il Festival di Spoleto sembra riaffermare la sapiente vocazione italiana all’armonia delle culture come scambio, ipotesi, e occasione di crescita, a dispetto di ogni crisi economica e sociale del nostro tempo.Il suo calendario abbraccia programmi della più nota tradizione classica in un continuo dialogo con tutto quanto di più nuovo e persuasivo appare oggi sui palcoscenici di tutto il mondo, confermandosi prestigiosa ribalta per attori e artisti di fama, così come vetrina per quelli emergenti, e nuovamente febbrile officina di produzioni originali.
Hanno preso parte, fra gli altri, alle ultime dieci edizioni:
Victoria Abril, Eleonora Abbagnato, Accademia d´Arte Drammatica Silvio D’amico, Anouk Aimée, Rinaldo Alessandrini, Sir Thomas Allen, Woody Allen, Amedeo Amodio, June Anderson, Fanny Ardant, Adriana Asti, Aszure Barton & Artists, Luis Bacalov, Corrado Augias, John Axelrod, Sara Baras, Mikhail Barishnikov, Bathsheva Dance Company, Edoardo Bennato, Kader Belarbi, Berliner Ensemble, Valerio Binasco, Sanjay Leela Bhansali, Stefano Bollani, Roberto Bolle, Luc Bondy,Alessio Boni, Achille Bonito Oliva, Pietro Borgonovo, Peter Brook, Andrea Camilleri, Romeo Castellucci, Patrizia Cavalli, Liliana Cavani, Cedar Lake Contemporary Ballet, Silvia Colasanti, James Conlon, Cristina Comencini, Corella Ballet, Czech National Ballet, Mariangela D’Abbraccio, William Dafoe, Emma Dante, Ninetto Davoli, Johannes Debus, Roberto De Francesco, Gérard Depardieu, Daniela Dessì, Giuseppe Dipasquale, Dresden Semperoper Ballett, Edoardo Erba, Leonard Eto, Giora Feidman, Andréa Ferréol, Dante Ferretti, Frédéric Fisbach, Iaia Forte, Antonio Gades, Raimonda Gaetani, Maurizio Galante, Michael Galasso, Ernesto Galli Della Loggia, Richard Galliano, Geppy Gleijeses, Massimo Ghini, Savion Glover, Juliette Greco, Andrea Griminelli, Grupo Corpo Brazilian Dance Company, Anna Maria Guarnieri, Monica Guerritore, Aleksei Guskov, Daniel Harding, Hans Werner Henze, Isabelle Huppert, Jackie Chan’s Long Yun Kung Fu Troupe, Meng Jinghui, Viktorija Kuodytė, Bernard-Henri Lévy, Lucrezia Lante Della Rovere, Francesca Lo Schiavo, Lar Lubovitch Dance Company, London Symphony Orchestra, Maddalena Maggi, John Malkovich, Sergey Makovetskiy, Fiorella Mannoia, Wayne Marshall, Christoph Marthaler, Mario Martone, Gianluca Marziani, Diego Matheuz, Ezio Mauro, Franco Micalizzi, Paolo Mieli, Julia Migenes, Jeff Mills, Jeanne Moreau, Riccardo Muti, Cristina Muti, Ohad Naharin, Eimuntas Nekrošius, New York City Ballet, Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo di Napoli, Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, Orchestre National du Capitole de Toulouse, Moni Ovadia, Pacific Northwest Ballet, Antonio Pappano, Paul Taylor Dance Company, Michele Placido, Alessandro Preziosi, Olivier Py, Federico Rampini, Charlotte Rampling, Card. Gianfranco Ravasi, Ricci/Forte, Tim Robbins, Alba Rohrwacher, Luca Ronconi, Isabella Rossellini, San Francisco Ballet, Roberto Saviano, Giancarlo Sepe, Michele Serra, Tanzteather Wuppertal Pina Bausch, Jeffrey Tate, The Hamburg Ballet John Neumeier, Maurizio Savini, Arianna Scommegna, Francesco Siciliano, Serena Sinigaglia, Tugan Sokhiev, Elena Somarè, Jean Sorel, Daniel Spoerri, Paulo Szot, Duccio Trombadori, Rimas Tuminas, Vakhtangov State Academic Theatre of Russia, Franca Valeri, Youri Vámos, Sandro Veronesi, Emanuelle Villaume, Rufus Wainwright, A.J. Weissbard, Wiener Staatsballett, Robert Wilson.

CONTATTI
Festival di Spoleto 61

Sede legale:
Fondazione Festival dei Due Mondi, Piazza del Comune, 1 - 06049 Spoleto (PG)

Sede operativa:
Teatro Nuovo, Via Vaita Sant´Andrea - 06049 Spoleto (PG)
Tel. 0743 69080 - 0743 221689 Fax 0743 234027
info@festivaldispoleto.com

Pec
fondazionefestivaldispoleto@pec.it

Direzione Organizzativa e di Produzione
organizzazione@festivaldispoleto.com

Direzione Tecnica
direzionetecnica@festivaldispoleto.com

Segreteria Direzione Artistica
segreteriadirezione@festivaldispoleto.com

Biglietteria
biglietteria@festivaldispoleto.com

Rapporti con gli Sponsor
marketing@festivaldispoleto.com

Comunicazione
comunicazione@festivaldispoleto.com